Firenze in diretta
Firenze, Mercoledì 22 Settembre 2021 - ore 22:43
 
CELEBRAZIONI DANTESCHE
CELEBRAZIONI DANTESCHE
La Toscana è un mosaico di eventi

La Toscana per Dante. La Toscana con Dante che diventa compagno di viaggio, ispiratore di emozioni, di pensieri, di idee, di gioia. Dal Falterona al mare, dalle Apuane alla Maremma, nellŽanno dedicato alla celebrazione dei 700 anni dalla morte del Sommo Poeta la Regione ha fatto sì che i versi della Divina Commedia raggiungessero e unissero tutti.

Lo ha fatto grazie a molti e grandi progetti che ha finanziato e sostenuto e che ci restituiscono una fotografia della “Toscana delle celebrazioni dantesche” costellata di iniziative rivolte ad un pubblico di tutte le età che coinvolgono la cittadinanza e i visitatori in molti modi.

 

Due i filoni di intervento: i progetti di interesse regionale che la Regione finanzia con 117.500 euro. E il bando "Celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri" rivolto ai Comuni della Toscana finanziato con 280.000 euro al quale sono pervenute oltre 190 domande (si prevedeva un contributo regionale pari al 100% del costo complessivo del progetto, non superiore a euro 1.500).

 

"Sono centonovanta i Comuni toscani su 273 che hanno presentato un progetto sulla Divina Commedia - ha detto il presidente Eugenio Giani - Quindi due terzi dei Comuni sono pronti con la loro iniziativa dedicata a Dante, uno straordinario risultato che testimonia il grande valore identitario rappresentato da Dante. La Regione finanzia ciascun progetto con un contributo minimo ma dal significato simbolico. A questi si aggiungono le iniziative dei Comuni, quelle che richiedono un intervento più forte, ma nel complesso avremo un calendario di progetti che come effetto ha quello di far sì che non passi un giorno che in Toscana non ci sia una iniziativa dedicata a Dante. Concludo dicendo che dopo il magnifico monologo di Simone Ctisticchi sul Purgatorio al quale ho assistito sabato scorso a san Miniato, in anteprima annuncio che farò di tutto per portare Cristicchi a Firenze in Piazza Santa Croce a Firenze a settembre”.

 

“Bellissimo cartellone quello realizzato su Dante o Tosco, un progetto corale – ha dichiarato la consigliera Cristina Giachi, presidente della Commissione cultura - , che fa sì che questo non sia solo un momento paludato di festeggiamento o celebrativo di stampo solo culturale, ma è la cultura che diventa identità viva per il popolo dei toscani e delle toscane. Siamo pertanto soddisfatti. Sarà un anno eccezionale, e nelle difficoltà che dobbiamo affrontare non era affatto scontato né riuscire a comporre questa offerta né ricevere questo tipo di contributi per cui siamo grati a tutti coloro che hanno reso straordinario questo programma”.

 

"Le celebrazioni dantesche - ha quindi detto Francesco Palumbo, direttore di Fondazione Sistema Toscana - hanno scatenato una partecipazione corale dei territori che si sono adoperati per organizzare eventi, mostre, concerti in onore del poeta più conosciuto e rappresentativo della cultura italiana nel mondo. Noi come FST stiamo raccogliendo in tempo reale le proposte che ci arrivano sia da enti pubblici sia da privati e ne diamo voce attraverso il sito regionale del turismo Visittuscany.com ma soprattutto grazie al sito creato ad hoc - Danteotosco700.it - che sta registrando performance di assoluto rilievo. Siamo convinti che il ricco cartellone di eventi danteschi così rilanciato possa senzŽaltro fare da volano per la promozione della Toscana della cultura e del turismo".

 

“La Toscana - ha aggiunto Francesco Tapinassi, direttore di Toscana Promozione Turistica - , attraverso la proposta dei territori, si promuove a livello nazionale ed internazionale con un’offerta dedicata alle celebrazioni dantesche che pone al centro il patrimonio culturale, storico e paesaggistico, ha sottolineato Francesco Tapinassi direttore di Toscana Promozione Turistica. Iniziative, eventi che spingono la destinazione turistica, insieme al sito Le Vie di Dante, che ha visto un forte incremento delle visualizzazioni, intercettando una domanda sempre più orientata al valore e alla dimensione esperienziale e questo grazie alla straordinaria accoglienza dei luoghi con la loro proposta in sinergia con la Regione".

 

I progetti presentati dai Comuni della Toscana

 

In programmazione dalla primavera a fine 2021, le iniziative presentate dai Comuni restituiscono un’immagine articolata, varia della Toscana che celebra Dante.

 

Tra i tanti, lŽiniziativa di Casciana Terme “Luoghi della memoria e lettura dantesca nel 700° anniversario della morte di Dante” che propone unŽattività laboratoriale per formare “attori amatoriali” locali che leggeranno i testi di Dante, esattamente del canto V Purgatorio Buonconte da Montefeltro. Sarà allestito inoltre un vero e proprio spettacolo teatrale, installazioni all’interno della torre medievale con diffusione in streaming degli eventi, attività educative con le scuole e l’Associazione Eta’ Libera del territorio.

 

Oppure le attività che coinvolgono i bambini organizzate dal Comune di Fiesole che ha presentato il progetto “E a quel colle sotto Žl qual tu nascesti parve lŽamaro”. Fiesole narrata da Dante”: tra settembre ed ottobre si susseguiranno incontri di lettura e commento della Divina Commedia, che saranno a cura del docente di filologia dantesca Domenico De Martino. I Musei di Fiesole svolgeranno per 4 domeniche di ottobre laboratori dedicati a bambini dai 7 ai 10 anni e ragazzi dagli 11 ai 14 anni, nei quali i più giovani potranno avvicinarsi allŽepoca di Dante attraverso vari punti di vista: il bestiario medievale, lŽarte, la vita quotidiana, la Fiesole di quel tempo. Si terrà anche uno slam dantesco in biblioteca, al quale potranno partecipare utenti e cittadini di tutte le età, leggendo e commentando i brani della Commedia più cari, che tutti i presenti potranno votare, come si fa negli slam poetici. Fiesole aderisce al progetto nazionale La Divina Commedia in cento borghi, performance itinerante che si sviluppa in 100 giorni in 100 borghi dŽItalia.

 

Un progetto dedicato a poesia e riflessione arriva dal Comune di CastellŽAzzara(GR) che oltre a riproporre la poesia di Dante, vuole anche far pensare i giovani sulla storia della quale siamo eredi e che ha contribuito alla nostra attualità, e intende realizzarlo avvalendosi dei lavori e dei talenti di artisti locali, con il coinvolgimento di tutta la comunità. Le occasioni dŽincontro saranno molte: mostre, ottava rima, letture pubbliche in miniera, concerti, passeggiate. Gli eventi proposti fanno parte di un progetto più ampio, “La Maremma per Dante”, che coinvolge diversi Comuni e Associazioni della provincia di Grosseto. Da segnalare “Dante in passeggiata e passeggiate sul profilo di Dante”, dalla costa del monte Penna al monte Civitella e al monte Nebbiaio, in bici, mountain bike, a piedi, a cavallo.

 

I numerosi comuni della Lunigiana, territorio dantesco per eccellenza, organizzano tra i tanti eventi, letture itineranti dei Canti della Divina Commedia, spettacoli teatrali, trekking con animazione legata ai personaggi danteschi, mostre di scultura, ecc. Il comune di Montignoso, per esempio, con lŽiniziativa “ Amor che nella mente mi ragiona”, progetto in parte dedicato ai giovani artisti di nazionalità diverse che frequentano lŽaccademia di belle arti di Carrara, ha lŽintento di stimolare la loro creatività proponendo di interpretare il tema dantesco "Amor che nella mente mi ragiona" attraverso la creazione di una scultura in marmo.

 

Attraverso il progetto “Dante a Mulazzo”, Mulazzo trasformerà il borgo antico, dove Dante visse ospite dei Malaspina, in un set di un inedito viaggio che ogni visitatore potrà compiere ripercorrendo le peripezie dantesche. Saranno riprodotte ambientazioni dalla Selva oscura ai piedi del paese, allŽattraversamento dellŽAcheronte con il passaggio sul torrente Frantoio quindi, attraversando lŽInferno e il Purgatorio nelle vie del paese, arrivare nel punto più alto del borgo, la torre di Dante, che permette la visione dei cieli del Paradiso.

 

Seguiranno fino a fine agosto tante iniziative come lŽinaugurazione del “Sentiero di Dante” , lo spettacolo ludico-culturale dedicato allŽastronomia nella Divina Commedia a cura del dantista Riccardo Starnotti e la festa del libro di Montereggio, naturalmente dedicata a Dante che coinvolgerà giornalisti e scrittori noti.


26/07/21

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
VENDITTI ALLE CASCINE
 
VENDITTI ALLE CASCINE
Il concerto sabato 2 ottobre

Un lungo tour estivo su e giù per lo Stivale nel segno del tutto esaurito, a cui Antonello ...

PULIZIA DALLA PLASTICA
 
PULIZIA DALLA PLASTICA
Appuntamento il 26 settembre

Da oltre due anni, l’associazione Plastic Free è impegnata in questa tematica. Forte ...

CONGRESSO DI IMMUNOLOGIA A FIRENZE
 
CONGRESSO DI IMMUNOLOGIA A FIRENZE
Nel 2027 per la prima volta in Italia

Nuovo successo per Firenze in campo congressuale: il capoluogo toscano si è aggiudicato un ...

IL CUORE DI FIRENZE
 
IL CUORE DI FIRENZE
In mille a cena in piazza Duomo

Un sostegno per la realizzazione del “Villaggio Montedomini” dove dare agli anziani o ...

TORNA IL CUORE DI FIRENZE
 
TORNA IL CUORE DI FIRENZE
Cena di beneficenza per Montedomini

Un sostegno per la realizzazione del “Villaggio Montedomini” dove dare agli anziani o ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date unŽocchiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITAŽ DŽALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.